Un RAID non è un backup! Qui ti spieghiamo perché.

Anche se un RAID esegue il mirroring dei dati su dischi diversi, non deve sostituire il backup dei dati.

L'abbreviazione RAID sta per Redundant Array of Independent Disks, ovvero una disposizione ridondante di dischi rigidi indipendenti. In parole povere, significa che invece di un singolo disco rigido, vengono utilizzati diversi dischi simili in una rete. A seconda del design del sistema, questo può aumentare la sicurezza dei dati perché file identici possono essere distribuiti tra diversi dischi rigidi. Oltre all'aspetto della migliore protezione contro la perdita di dati, questo comporta soprattutto vantaggi in termini di velocità di accesso ai dati, motivo per cui il RAID è interessante soprattutto per le reti veloci. In questo contesto si parla anche di NAS, ovvero Network Attached Storage, a cui possono accedere tutti i computer della rete collegata. Tuttavia, non tutti i NAS sono automaticamente sistemi RAID.

Perché avere più dischi rigidi?

I dischi rigidi possono essere utilizzati in diverse configurazioni in una rete o in singoli computer. Una singola unità, ad esempio, non può assolutamente costituire un sistema RAID. Il rischio di perdita dei dati è molto alto, perché se il disco rigido dovesse essere difettoso, i dati andrebbero persi senza un backup regolare. Il partizionamento in unità diverse è possibile, ma non protegge da un difetto hardware della singola unità. In un array JBOD, ci sono almeno due dischi rigidi che vengono combinati in un'unica unità di grandi dimensioni. Il problema è che se un'unità si rompe, anche le altre unità vengono colpite e può essere difficile o impossibile leggere i dati. Per questo motivo, il backup regolare dei dati è importante in tutti i sistemi.

Diverse varianti rendono il RAID interessante per le reti

Il RAID è disponibile in diverse configurazioni, a partire da due dischi rigidi in RAID 0. Memorizzando i dati in parallelo sui diversi dischi, è possibile accedervi molto più velocemente perché è possibile lavorare in parallelo. Tuttavia, questo effetto può essere annullato all'interno di una rete a causa dei limiti della velocità di rete. In termini di sicurezza dei dati, il RAID 0 non è molto utile, perché se un disco si guasta, i dati vengono persi nell'intero array. Se non si tratta tanto di velocità di lavoro quanto di sicurezza dei dati, la questione diventa interessante a partire da RAID 1. In questo caso, tutti i dati vengono memorizzati due volte sulle diverse unità. Questo significa che hai sempre un duplicato dei file su un altro disco, ma naturalmente perdi metà dello spazio di archiviazione effettivo. Questo vale anche per altre versioni RAID, in cui vengono utilizzati dischi rigidi aggiuntivi in configurazioni diverse per la sicurezza. In questo modo, lo spazio di archiviazione disponibile può essere utilizzato in modo più intelligente.

Un RAID non può mai sostituire il backup dei dati

Ma indipendentemente dal numero di dischi rigidi e dalla modalità RAID utilizzata, la perdita di dati può comunque verificarsi. Se i dati vengono scritti in modo errato, se un virus imperversa o se c'è un errore del software, questi problemi vengono trasferiti anche ai dati copiati e potrebbero essere inutilizzabili nonostante le copie multiple. Inoltre, i file cancellati accidentalmente non possono essere recuperati facilmente. Pertanto, nonostante il RAID, non bisogna mai trascurare i backup regolari. Solo un backup regolare dei dati può garantire il ripristino in caso di emergenza. Il RAID garantisce (soprattutto nei livelli di configurazione più elevati) che il lavoro in rete possa continuare senza ostacoli se uno (o più) dischi si guastano. Questi possono essere sostituiti durante il funzionamento senza dover necessariamente interrompere il lavoro sui dati. Tuttavia, non è consigliabile fare a meno di un backup grazie al RAID.

Back up dei dati automaticamente

Proteggi i tuoi server Windows.

  Acquista ora   Scarica ora Langmeier Backup per
Windows Server

Informazioni sull'autore , Sostegno ai partner
Sebastian Müller Sebastian Müller è un partner e il miglior consulente per i clienti di Langmeier Software, il che lo rende la persona migliore da contattare per le soluzioni di backup di Langmeier.

Telefono: +41 44 861 15 70
Email: sebastian@langmeier-software.com
 

Altra ricerca: RAID, Backup, Langmeier Backup, Salvataggio dei dati, Salvataggio NAS, Perdita di dati

Articoli rilevanti per l'argomento
Langmeier Backup Versione 10 è qui
FAT32 o NTFS? Quale formato è migliore per il backup?
Come fare il backup del tuo hard disk correttamente e non dimenticare nulla


Posta un commento qui...

Questo articolo copre gli argomenti:
Salvataggio dei dati con sistema RAID
Backup RAID Backup Langmeier
RAID per reti
RAID vs. backup
Interessato a:
Langmeier Software
Cos'è un backup
Software di backup
salvataggio dell'immagine